Il Vigorelli rinasce dal basso

vi1926802_425896987546232_1977040129_n[stante che questo blog non ha alcuna linea editoriale, questo è un copia/incolla bello e buono scritto per milanoX]

[stante che è un copia/incolla bello e buono, qui niente sangue]

Il Vigorelli è salvo. Questo sembrano dire le tanto attese parole dell’assessora Bisconti lo scorso venerdì a RadioPopolare. Parole presto rilanciate dalla Federciclismo lombarda, dalla Gazzetta, da tutte le grandi e piccole “istituzioni” del ciclismo locale che confermano un cambio di marcia del Comune. Dopo la vittoriosa battaglia NoCanal contro la via d’acqua, arriva un nuovo punto a favore delle lotte partecipate, contro una politica che fa tanto parlar di “partecipazione” ma che si riduce poi alla ricerca di un mero consenso.
Il Velodromo riaprirà dopo le pressioni dei ciclisti milanesi, capaci di volgere lo sguardo oltre un’amministrazione locale sorda alle richieste di chi pedala, e trovare sponda utile nel Ministero della Cultura. Proprio quella cultura a pedali che potrebbe rinascere proprio dal monumento del ciclismo milanese, da troppi anni abbandonato al suo destino proprio come lo sono i ciclisti stessi in città, impegnati quotidianamente a fronteggiare un traffico sempre più intenso e più aggressivo (l’ultima vittima è un uomo travolto in viale Suzzani, ieri mattina).

Le porte del Vigorelli si sono aperte già lo scorso venerdì per una mostra fotografica di ciclisti esausti curata dal Vostok Veloclub. Nel weekend si riapriranno del tutto per due giorni di celebrazione del Velodromo milanese. Una celebrazione che, in seguito agli ultimi sviluppi della sua storia, diventerà quasi una festa dei ciclisti tutti.
Il programma completo sta sul sito del Comitato Velodromo Vigorelli, tra visite, mostre e pedalate. Da tutto ciò mancherà la pista, ancora pesantemente danneggiata da anni di incuria e inutilizzabile. Eppure ai piedi di quella pista la scorsa settimana pedalavano due bambini, sorridenti e aggressivi. L’immagine più bella per immaginare la Milano che pedala nel futuro, capace di sconfiggere politici retrogradi e piloti assassini. Una storia che proprio dal rinascente Vigorelli può trovare la sua spinta futurista,a partire già in questo fine settimana.

(fotografia di Angelo Ferrillo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...