Il Tour visto dal divano. Giorni 7/8.

lo spot della Lira è ogni giorno l’highlight di tappa

due tappe, due palle, due birre.

non fosse stato per tekle, all’attacco come un pazzo pure ieri verso fougeres benchè non ce ne fosse alcun bisogno, non fosse stato per huzarski, all’attacco in due fughe diverse oggi – gesto che da solo vale un tour -, non fosse stato per due vincitori straordinari come cav (finalmente!) e vuillermoz, che si conferma uno dei prospetti più belli e concreti del ciclismo prossimo… be’, queste due tappe forse avrebbero fatto una birra in due. non fosse stato per la sete, anche…

c’è poco coraggio, ma pure in fase di disegno, perchè due tappe così telefonate in fila (la volata in pianura / la volata in salita) difficilmente potevano partorire altro. quello che hanno partorito invece è un fiorire di trattori e cavalli, feste nuziali e balle di fieno, tutto quel contorno magnifico di campagne e alcoolismo che fa del tour una delle cose più belle della vita, a prescindere dalla corsa effettiva.

la trattativa sul nucleare iraniano sta complicando un po’ il tour di Nibalinejad, il mur de bretagne non è certo un buon segno, ma il segno è tutto PIU’ ancora e soprattutto per quintana, che non si sa nemmeno se stia correndo.

In Tour, da ciclismo.it: a Fougères risorge Cavendish

In Tour, da ciclismo.it: festa francese sul Mur de Bretagne
La didascalia di tappa, su Crampi Sportivi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...