Laatste Ronde

trag2

Sarebbe stato bello sapere cosa hai pensato in quell’ultimo giro, quando la vittoria di giornata ti era ormai sfuggita di mano e sembrava non interessare più a nessuno dei presenti. Forse interessava a te, come sempre: sarebbe stato bello e confortante sapere che il tuo pensiero era tutto su come ridurre lo svantaggio da quello là e nel frattempo guadagnare su chi ti inseguiva, accarezzare quel desiderio impossibile di ribaltare l’esito in pochi chilometri e mettere ancora una volta il tuo nome in un albo d’oro che sembra una lunga ripetizione di quelle sette lettere che stanno sulla tua carta d’identità. Invece sull’albo d’oro ci va lo stesso nome che va con tutti i titoli di questa stagione, proprio come era capitato a te dieci anni fa, e su questo traguardo che sa di musica da uscita di scena ci passi solo quarto, superato nel finale da quel rivale di giornata che ti precede nell’ultima di troppe classifiche, lui che potrebbe essere tuo figlio, e forse da un punto di vista sportivo lo sarà presto.
La tua prossima corsa sarà l’ultima davvero, ma sarà poco più che una passerella e lo sappiamo tutti: del cross internazionale di Oostmalle, il tuo ultimo giorno in sella, non ci ricorderemo nulla. Magari ti lasceranno vincere, sarebbe bello ma ingiusto, lasciare le briciole del pasto a chi è stato il Cannibale più spietato del secolo.
No, la tua ultima tornata era questa, e sarebbe stato bello viverlo in sella con te questo laatste ronde, ma non sarebbe stato corretto, perchè il nostro posto è qui ad osservare e il tuo è più in alto, più distante. Da tutti. Dove quel ghigno di sofferenza e appagamento con cui hai tagliato questo traguardo finale è una dolce minaccia: le fauci di quel predatore da cui si può sfuggire una volta ma non per sempre. Come dall’amore, in fondo.
Sarebbe stato bello accompagnarti in quest’ultimo giro, ma è stato meglio essere stati accompagnati da te fino a qui, seguire le tue tracce tra i solchi nel fango. Da qui in poi il cammino tocca ad altri, e sarà meglio sbrigarsi, perchè altri predatori arriveranno, e chi riuscirà a salvarsi lo dovrà proprio a quanto gli insegnato il vecchio Cannibale.
Bedankt Sven. Merci Sven.

CbGR2D6W0AApQ_N

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...